Conservatorio di Siena

CONSERVATORIO
DI SIENA

Istituto Superiore di Studi Musicali

Rinaldo Franci

Pianista e compositore fiorentino. Si diploma in pianoforte presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze nel 1986 sotto la guida di Lydia Rocchetti con il massimo dei voti e la lode, quindi vince per due anni consecutivi una borsa di studio per attendere alla Internationale meisterkurze für Musik di Zurigo dove studia con Rudolf Buchbinder e Hadassa Schwimmer. Le sue interpretazioni pianistiche sono state trasmesse dalla Rai e da altre emittenti radiofoniche anche estere.

Nel 1982 si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Firenze. Si diploma brillantemente in composizione in soli tre anni sotto la guida di Gaetano Giani-Luporini (allievo di Roberto Lupi) e Romano Pezzati (allievo di Luigi Dallapiccola) presso il Conservatorio statale di musica “F.Morlacchi” di Perugia. Studia successivamente con Luciano Berio e György Ligeti.

Tra i primi riconoscimenti internazionali della propria attività compositiva, si ricorda nel 1995 il premio unico all’unanimità del XXII Concorso Internazionale di Composizione Polifonica “Guido d’Arezzo” con Madrigale per coro a cappella a sei voci su testo di Dante Alighieri.

Il suo catalogo comprende composizioni per tutti gli organici, strumentali e/o vocali, cameristici o sinfonici eseguiti da professionisti di chiara fama e di alto profilo artistico in Italia e all’estero (Francia, Svizzera, Germania, Spagna, Ungheria, Repubblica ceca, Romania, Stati Uniti, Canada, Australia, ecc.).

Musicologi e docenti di Università di vari Paesi si sono interessati della sua produzione musicale in saggi e studi specifici (Maurice Moerlen, Michael Mayr, Paul Thissen, Robert Chase – New York University, Contemporary musical literature dell’Università of California (Berkley), Renzo Cresti, ecc.).

È invitato da accademie e istituti musicali italiani ed esteri, pubblici e privati per tenere seminari e lezioni di analisi e composizione (Corsi internazionali per direttori di coro della Fondazione Guido d’Arezzo, per la Monach University di Melbourn, per l’Accademia Ferenc Liszt di Debrecen (Ungheria), ecc) è inoltre invitato come membro di giurie in concorsi internazionali di composizione.

Pubblicano i suoi studi di analisi e le sue composizioni in CD o in partitura vari editori (EdiPan, Pro Musica Studium – Roma, Berben, Ars Publica, Diastema, Be-Quadro, Periferia Music-Barcellona, ecc.). Nel 2014 pubblica una sua monografia dedicata alla tecnica compositiva della polifonia bachiana: Harmonia mundi. Il pensiero polifonico bachiano (ed. Il Rossignolo). Nel 2016 pubblica un secondo volume – Harmonia mundi. La monodia polifonica (ed. Il Rossignolo) – dove attraverso l’analisi del nostro repertorio monodico (dal gregoriano a Mahler, attraverso Bach, Chopin, Wagner, Debussy ed altri) è manifestata la stretta analogia fra l’organizzazione dell’opera d’arte e quella dell’organismo vivente secondo il pensiero scientifico degli ultimi cinquant’anni. Due volumi di un vasto progetto editoriale attualmente in corso sulle corrispondenze fra il repertorio musicale europeo e Arte-Scienza-Natura.

 

INSEGNAMENTI
Composizione
RECAPITI antonio.anichini@conservatoriosiena.it

 

Sei offline

Skip to content
This Website is committed to ensuring digital accessibility for people with disabilitiesWe are continually improving the user experience for everyone, and applying the relevant accessibility standards.
Conformance status